Consigli per convivere con uno shar-

Ecco alcuni semplici consigli per una serena e gioiosa convivenza con uno shar-pei

Quando si porta a casa un cucciolo spesso gli errori commessi dai nuovi padroni, spesso in perfetta buona fede, sono molti. Alcuni sono facilmente correggibili, ma altri possono segnare il cane così profondamente da rendere difficoltoso il suo recupero. Ecco un breve prontuario di piccoli, ma importanti, accorgimenti per favorire un buon rapporto con il cane, per la sua educazione e per il corretto sviluppo del carattere e delle capacità del cane di crescere felicemente “in società”.

come convivere con uno shar-pei

Ogni shar-pei è un individuo a sé.
Sebbene i cani di razza Shar-pei abbiano caratteristiche morfologiche, caratteriali ed attitudinali comuni, all’interno di ogni cucciolata ciascun cane ha una propria individualità soggettiva. La scelta e l’osservazione di dove fare “acquisto ” va ben ponderata cosi come l ’osservazione dell’intera cucciolata e del comportamento del cucciolo stesso perchè tutto ciò rivelerà i tratti e le tendenze caratteriali preminenti e la convivenza con uno shar-pei dipende dalle decisioni iniziali .
Importante: “Appartengono alla stessa razza, ma non sono tutti uguali”

cuccioli sharpei mularoni's house

Lo shar-pei e la convivenza con uno shar-pei

Non decidere da solo.
Non decidere arbitrariamente di adottare uno shar-pei se vuoi condividere parte della tua vita futura con lui, consultati con la tua famiglia e accertati che tutti i componenti aderiscano al tuo desiderio. Accogliere un cane in casa è un evento gioioso, piacevole ed entusiasmante, tuttavia, prendersi cura di un cane soprattutto di uno shar-pei comporta responsabilità, dedizione e impegno quotidiano, perciò tutti i componenti della famiglia dovranno essere contenti di assumersi questo compito. Se così non fosse, successivamente potrebbero derivare notevoli disagi per tutti.
Importante: “Assicurati che tutti i componenti della tua famiglia siano d’accordo con la tua scelta e la convivenza con uno shar-pei sarà davvero meravigliosa”.

Parola d’ordine: ”Socializzare con uno shar-pei ”. La convivenza con uno shar-pei inizia già quando il cucciolo shar-pei sarà arrivato a casa dovrai innanzitutto preoccuparti di esporlo alla presenza di molti stimoli diversi, in maniera particolare:
Cani (cuccioli, adulti, grandi, piccoli, di razze diverse, caratteri diversi ma equilibrati ecc.)
Altri animali (gatti, animali domestici, animali da fattoria ecc.) 
Persone (adulti, bambini, con divise, con vesti inusuali, con barba, con cappelli, con bastone, di etnie diverse ecc.) 
Ambienti (strade trafficate, parchi, metropolitana, stazioni, mercati, ascensori, scale ecc.) 
Superfici (erba, asfalto, cemento, sabbia, piastrelle, linoleum ecc.)
Il periodo che va dalla terza alla dodicesima/sedicesima settimana di vita, 3/4 mesi di vita, viene chiamato periodo di socializzazione. Infatti questo è un periodo molto importante per il cucciolo, durante il quale egli impara a riconoscere cosa è familiare e cosa non lo è.
Quindi tutto ciò con cui il cucciolo si relazionerà positivamente in questo breve lasso di tempo, verrà riconosciuto come “cosa amichevole” e in seguito non sarà temuto, né sarà fatto oggetto di aggressioni o fobie da parte del cane stesso.
Passato questo periodo, il cucciolo perde la capacità di percepire amichevolmente l’ambiente circostante.
Dalla mancata socializzazione, prevedibilmente deriverà un danno al futuro sviluppo comportamentale del cane.
Tale danno potrebbe risultare addirittura catastrofico tanto da dover poi costringere cane e proprietario a sottoporsi ad estenuanti sedute di riabilitazione per cercare il recupero psico-emotivo del cane.
Una corretta socializzazione aumenta significativamente le possibilità del cucciolo di diventare un individuo fiducioso, sereno, equilibrato ed aperto al mondo.
La socializzazione corretta perciò non è uno scherzo e tutto ciò andrà fatto certamente con criterio! Non bisognerà inondare il cucciolo con una marea di stimoli diversi tutti in una volta, ma bisognerà esporlo gradatamente e con criterio al mondo in cui si troverà a vivere, avendo cura di non causargli disagio o stress.
Importante: “Il corretto sviluppo psichico e comportamentale del tuo cucciolo shar-pei, ovvero il futuro psico-emotivo del tuo cane è nelle tue mani”.

Educazione? Sì grazie.
Per vivere ed essere accettati in società, noi tutti abbiamo il dovere di rispettare le regole di vita in comune.
Anche lo shar-pei , vivendo per forza di cose in una società umana, per essere più facilmente accettato da tutti, dovrà sapersi adeguare alle elementari norme di buona convivenza.
Fin da subito quindi dovrai insegnare al cucciolo shar-pei che cosa è permesso e che cosa invece non lo è!
L’educazione del cucciolo (ma anche del cane adulto) dovrà effettuarsi principalmente ricompensando i comportamenti corretti, (dando al cane premi quali carezze, lodi o gratificazioni ogni volta che si comporterà bene), e togliendogli attenzione quando si comporta in maniera sgradita (es. ignoro il cane se fa la questua a tavola)
Ricompense e correzioni dovranno essere tempestive e somministrate immediatamente dopo il comportamento esibito dal cane. Il cane infatti non è in grado di associare premio/correzione ad un suo determinato comportamento se la gratificazione o il castigo avvengono dopo 0,5 secondi dal fatto stesso.
Quindi un premio o una correzione, se dati in ritardo, risulteranno incomprensibili al cane.
Dovrai essere sempre coerente col cane (per es. il NO di oggi, non può diventare un SI domani) e ricorda che se vieti una cosa o un comportamento sgradito oggi, lo dovrai vietare SEMPRE.
Inoltre dovrai assicurarti che tutti i componenti della famiglia abbiano lo stesso modo coerente di rapportarsi col cane.
Se inibisci un comportamento al cane, dovrai subito indicargli il comportamento alternativo corretto da premiare.
Educa il cucciolo gradatamente a rimanere da solo. Dovrai insegnargli a non avere paura a staccarsi da te favorendo la sua crescita psico-emotiva.
Ricorda però che il cane non può essere lasciato da solo per troppe ore poiché è un animale sociale che ama stare in compagnia.
L’educazione de cucciolo, come del cane adulto, è molto importante e articolata; un buon corso di educazione ti fornirà gli strumenti utili per imparare ad educare il tuo cane. Non punire mai il cucciolo shar-pei.
Vecchi sistemi di educazione, tanto stupidi quanto crudeli, ma anche deleteri, perché distruggono la fiducia del cane nel suo proprietario, generano confusione e paura e inducono il cucciolo a cercare alternative fittizie che innescano comportamenti molto più preoccupanti.
Importante: “Parti sin da subito col piede giusto, non scoraggiarti, abbi pazienza,calma e costanza e otterrai risultati sorprendenti ! e la tua convivenza con uno shar-pei risultera’ davvero gioiosa”

Capita anche nelle migliori famiglie!
Il mio cane è pazzo! Capita spesso di sentire pronunciare questa frase da proprietari delusi e scoraggiati dagli inopinati cambiamenti comportamentali del proprio cane.
Altri invece al contrario, accettano di vivere situazioni veramente al limite della sopportabilità, conducendo una vita priva di relazioni, misurata e scandita dalle intemperanze e dalle bizzarrie dell’animale.
Nell’uno e nell’altro caso si verifica la condizione in cui il rapporto tra cane e proprietario subisce un grave squilibrio assolutamente infruttuoso per entrambi,
Non aspettare! Se vedi che il tuo cane
– incomprensibilmente diventa aggressivo, verso persone o animali
– ha paura di cose che prima considerava del tutto normali
– fa i suoi bisogni in casa nonostante avesse imparato a farli fuori casa
– abbaia e distrugge tutto quando rimane solo in casa
– è distruttivo in tua presenza
– abbaia in maniera eccessiva
– non ubbidisce
– ha un comportamento caratterizzato di ipersessualità
– ha comportamenti ossessivo-compulsivi (si lecca ossessivamente o si rincorre la coda ecc),
non farti prendere da immotivati pudori ma cerca al più presto l’aiuto di un professionista serio e competente.
Molti proprietari, rinunciano ad avere o a riconquistare una relazione sana ed appagante perché non sanno che certi problemi si possono risolvere, e/o perché sperano che il problema “passi da solo”.
Purtroppo questi problemi quando insorgono necessitano dell’intervento di un esperto.
Aspettando il problema potrà solo peggiorare.
Rivolgiti ad una persona di fiducia per farti aiutare e non avere vergogna.
Importante:”Fatti aiutare a risolvere i disagi del tuo cane”.

Solo un allevatore con la A maiuscola (non importa chi esso sia) saprà darti i consigli piu veri per CONVIVERE con SHAR-PEI perchè avrà alle sue spalle l’esperienza di convivere con gli shar-pei da svariati anni.